fbpx

Capire le emozioni dei gatti? Una capacità per pochi

Rispetto ai cani, i gatti sono considerati animali imperscrutabili, quasi misteriosi. Ora, una recente ricerca ha dimostrato che solo alcune persone possiedono la capacità di riconoscere le emozioni dei felini. 

studio

Sebbene la loro popolarità come animali domestici sia in continua crescita rispetto agli “amici a quattro zampe”, i gatti sono ancora poco studiati.

Per determinare se le persone sono in grado di identificare le emozioni feline dai volti dei gatti, sono stati assoldati 6.329 partecipanti. Ad ognuno sono stati mostrati 20 videoclip di gatti in stati attentamente operati positivamente o valutati negativamente. Sono stati eliminati segnali evidenti (ad es. Bocca aperta o orecchie completamente retratte). I punteggi medi dei partecipanti erano bassi, ma nel complesso sopra la possibilità. Inoltre, il 13% dei partecipanti ha avuto individualmente un successo significativo nell’identificare la valenza degli stati dei gatti.

Risultati

Le donne hanno avuto più successo in questo compito rispetto agli uomini. I partecipanti più giovani hanno avuto più successo degli anziani, così come i veterinari.

Al contrario, il contatto personale con i gatti (ad esempio il possesso di animali domestici) ha avuto scarso effetto. I gatti negli stati positivi avevano più probabilità di essere identificati correttamente, in particolare se attivi piuttosto che inattivi. Le persone possono quindi dedurre gli stati affettivi dei gatti dagli aspetti sottili delle loro espressioni facciali e alcuni individui sono molto bravi a farlo.

Conclusioni

Comprendere da dove provengono tali capacità e precisamente come cambiano le espressioni dei gatti con lo stato affettivo, potrebbe potenzialmente aiutare i proprietari di animali domestici, il personale di cura degli animali e i veterinari a ottimizzare la cura e il benessere dei felini.

0

Your Cart